Fontana del palazzo dei Priori
0

60mila euro per pulizia e manutenzione fino al dicembre 2016

“Habemus solutionem”, 60mila euro per la pulizia e la manutenzione delle fontane monumentali per il 2016. Se un indovino avesse previsto agli antichi padri e custodi della città di Viterbo che sarebbe arrivato il giorno in cui nelle fontane comunali avrebbe trionfato la melma e l’immondizia probabilmente l’avrebbero giudicato pazzo. E invece questi giorni sono…

Fontanasfera
0

La Fontanasfera tornerà a splendere

Quando aprì nel 1992, all’epoca di Giuseppe Fioroni sindaco e di Leonardo Michelini consigliere comunale, fu per l’interessamento dell’assessore regionale Oreste Massolo e l’impegno dello scultore Claudio Capotondi. Quando chiuse, poco tempo dopo, sembra fu perché d’inverno i getti d’acqua si cristallizzavano e finivano sulla salita di via della Pila rendendo l’asfalto pericoloso. La fontana…

Fontana di piazza della Rocca
0

Fontane monumentali tra sprechi e danni

La soluzione ingegnosa degli antichi, le possibilità della tecnica e l’ottusità di chi amministra   ITERBO – Città delle belle donne e delle belle fontane. È questo un brand che potrebbe tirare parecchio ancora oggi per il capoluogo della Tuscia. Delle prime qualcosa ancora rimane, delle seconde la bellezza è sempre meno evidente. Anzi. Sta…

Casaletto del Padreterno
0

Cantone ’nguattate: il casaletto del Padreterno

ercorrendo strada Capretta in direzione del quartiere Santa Barbara e poco prima della strettoia, si incontra sulla destra una cappella isolata conosciuta dai viterbesi come il “Casaletto del Padreterno”. Questo piccolo edificio si caratterizza per una pregevole ed interessante pittura monocroma eseguita a graffito, molto simile a quella della facciata di palazzo Ninni, in via…

Piattaforma petrolifera
0

Il petrolio e il caso norvegese

È passato poco tempo dallo straparlato referendum sulle trivelle. In molti hanno criticato il governo e i mezzi di informazione per aver divulgato informazioni frammentarie, poco comprensibili e quindi insufficienti a rendere chiaro lo scopo del referendum. Effettivamente è così, pochissimi cittadini sapevano e sanno per cosa hanno votato sì o no. A parte qualche…

exmachina
0

Quale sarà il futuro dell’intimità?

Per decine di migliaia di anni, fin dalla comparsa dell’uomo “moderno”, le relazioni interpersonali sono state condotte più o meno nello stesso modo. Certo, le abitudini sessuali umane hanno avuto dei cambiamenti nel corso del tempo, uno su tutti l’avvento della monogamia, ne abbiamo già parlato. Ma è da circa 100 anni che le cose…

Panorama di Viterbo dalla torre di Palazzo Chigi
0

Un ventoso pomeriggio sulla cima di una torre

L’ascesa della torre di Palazzo Chigi e la vista, sovrana sulla città   lcuni posti necessitano di attesa per essere visitati, la nostra vita e la loro percorrono strade separate, seppur così accostate, finché, un giorno, per un motivo che solo il destino conosce, si incrociano. Palazzo Chigi è stato uno dei più frequentati luoghi…

Turismo Viterbo
0

L’anno zero del turismo made in Tuscia

Una scommessa difficile da vincere, che necessita di strategia e visione   urismo nella Tuscia, benvenuti nell’anno zero. 3.612 chilometri quadri di superficie “turistabile”, con alcune parti che si prestano meglio e altre meno. Succede anche nelle migliori famiglie. Un gioiello, incastonato nel capolavoro di argilla dei Calanchi, che è Civita di Bagnoregio; un palazzo…

War on Drugs
1

La nostra copertina

La ricerca di una copertina disegnata è nata dalla difficoltà di rappresentare l’argomento del mese, ovvero la War on Drugs, “guerra alla droga” per noi Italiani. Spiegare questa decisione richiede però un minimo di contesto. A partire dalla dichiarazione di guerra, fatta da Nixon nel 1971, il fenomeno della guerra alla droga è di difficile…

Tagliata etrusca
0

Storie e misteri di strada Signorino

Il tesoro del Cataletto e la Cava di Sant’Antonio   Tra i vari luoghi suggestivi situati nelle immediate vicinanze della nostra città vi è la serie di strette gole che si trovano lungo strada Signorino, che prende il nome dal nobile Signorino Signorini che un tempo possedeva queste terre. Si tratta delle cosiddette “vie cave”…

© 2018 Onda srls - Partita Iva 02282020565 - ROC 31504